L’Associazione internazionale si prefigge di conservare e trasmettere alle future generazioni le tecniche e lo Spirito dell’antica scuola Katayama-ryu iai kenjutsu.

Nuovi arrivi

  • HOME »
  • Nuovi arrivi

Jirinden (24) “La spada è un oggetto che previene e corregge la malvagità”

Ken to wa moto kanja wo bōken suru no gu nari(Heishū Jirinden, Vol. II, Ōhen hakkyoku)
“La spada, in origine, è uno strumento per prevenire il male”.

Si racconta che, nei tempi antichi, quando il grande serpente malvagio Orochi nascose la preziosa spada chiamata Murakumonoken nella coda, una nube costantemente stazionava su di essa.  Tuttavia, poichè Orochi era un essere malvagio che non conosceva le virtù morali che l’essere umano deve seguire, venne ucciso dalla divinità Susanōnomikoto.  In altre parole, sebbene si dica che le virtù dimorino nelle nuvole, quando la spada è nelle mani di una persona malvagia non è di alcuna utilità.  

 La spada, essenzialmente, è uno strumento che previene la malvagità del cuore; non si associa a persone malvagie, né, in essa, vi sono virtù [proprie]. In conseguenza del valore della persona che la usa, le virtù si manifestano nella spada. Così come avvenuto nel caso del serpente Orochi, colui che la usa non deve ridurre le virtù [proprie e, di conseguenza] della spada.  L’atto di estrarre la spada ed uccidere un uomo, anche se non si è stati in grado di fermarsi – quindi un atto necessario, inevitabile, contro la propria volontà – degrada la virtù di colui che lo compie.  Il guerriero dei tempi antichi stimava la direzione destra come preziosa e rifiutava la sinistra (Nota).  Umiliarsi compiendo azioni senza essere in grado di fermarsi si chiama Saryū.

Nota – Questa affermazione necessita di un approfondimento, riportando altre frasi estratte dallo stesso paragrafo del testo giapponese originale: “Secondo il mio pensiero, il kanji che significa [sinistra] ha la stessa pronuncia [sa] del kanji [fare, creare; muoversi, agire]. Nella nostra scuola abbiamo denominato [sa], usando il kanji , l’atto di agire, di muoversi contro la propria volontà, senza essere in grado di fermarsi.” (Katayama-ryū  Gli insegnamenti / Ōhen hakkyoku)
(Presented by Yuji Wada, Costantino Brandozzi, Rennis Buchner, Constantin von Richiter)

PAGETOP
Copyright © 片山流 神武之会 All Rights Reserved.
Powered by WordPress & BizVektor Theme by Vektor,Inc. technology.